mercoledì 22 giugno 2016

A.A.A. profumo per la casa cercasi

Caro Diario,
  grandi cambiamenti, da queste parti.
  Tre passi indietro e ti spiego per bene.
  Devi sapere che a casa nostra non ci sono porte tra una stanza e l'altra - con l'ovvia eccezione di quelle dei bagni.
  Devi sapere, pure, che a casa nostra vanno molto di moda verdure come cavoli, cavolfiori e affini in inverno e carne alla griglia in estate.
  Devi sapere, poi, che a casa nostra, se apri una finestra in inverno, entra tutto il fumo dal comignolo accanto.
  Devi sapere, infine, che a casa nostra vive un cane puzzolente.
  Vien spontaneo ipotizzare che abbiamo un problema con gli odori.
  Col caldo il problema si assottiglia (evviva le finestre aperte!), ma nelle stagioni fredde s'ingrossa come non mai. Soprattutto perché l'aria fresca esterna è carica di fuliggine. Ergo, bisogna risolvere dall'interno.
  Ci provo con:
  1. bastoncini d'incenso
  2. essenze nell'umidificatore
  3. candele profumate
  4. profumatori elettrici
  5. profumatori naturali (torte, acqua speziata)
  6. bruciatori catalitici
  Risultato: insoddisfacente.
  
  Ma non mi arrendo e continuo a cercare La Soluzione.
  Come accade spesso, le illuminazioni improvvise mettono in luce soluzioni semplici e assai funzionali: provo a utilizzare il fornelletto della fonduta di cioccolato (ehm) per sciogliere le cialde profumate.
  Risultato: copre gli odori malefici con gentilezza e fa sorridere il marito quando rincasa (quant'è brutto tornare nel nido a fine giornata e il nido puzza di xxx?).
  Problema con gli odori risolto!

sorrisoa365giorni-profumo-bruciatore-cialda

(-154; determinazione: pungente; umore: profumato; sorriso del giorno: brezza marina)

venerdì 17 giugno 2016

Ventinovesima settimana. La gratitudine

Caro Diario,
  ogni giorno va assaporato fino all'ultimo secondo.
  Perché è quando meno te l'aspetti che capitano cose bellissime. 

  Ti scrivo d'impulso, spinta da un vento caldo che di nome fa Gratitudine. La gratitudine è uno dei sentimenti più belli: è emozionante suscitarla negli altri, ma lo è altrettanto - anzi, mille volte di più - provarla. E oggi, giornata insipida come altre, mi sento infinitamente grata.

  Di questi tempi prendo una decisione dura: sciogliermi da legami che non hanno più senso e lasciare andare relazioni ormai esaurite. Una decisione che mi fa soffrire, pur sapendo quanto sia necessaria: anche i rami delle rose devono essere tagliati, per rendere le piante più rigogliose.
  Potare, quindi, e dedicarmi a quelle relazioni che crescono e fioriscono senza affanni, con calma, spontaneità e comprensione reciproca. Senza invidia, senza agonismo, senza imposizioni, con serenità, naturalezza e sincero affetto. Solo voglia di stare bene assieme.
  Novello giardiniere di me stessa, oggi più che mai mi rendo conto di quanto sia fortunata: conosco persone che, con un semplice pensiero, mi riempiono il cuore.
  
sorrisoa365giorni-gratitudine

(-159; determinazione: in piedi; umore: positivo; sorriso del giorno: gratitudine)

mercoledì 15 giugno 2016

Chez moi: vellutata di carote

Caro Diario,
  inizia una nuova era.
  L'Era del Cibo Sano. E veloce da cucinare, per di più. 
  Tutto incomincia con la rivoluzione elettro-domestica, che porta a nuove e sane abitudini e spegne i bruciori gastrici: alle 13.00 sono in pausa pranzo e, mentre preparo il pranzo, cucino già per la sera. Mi merito una medaglia.
  Oggi è la volta delle carote. Fa freddo, perciò decido di prepararmi una vellutata di carote.

sorrisoa365giorni-chezmoi-vellutatadicarote

  Nel frattempo, mentre le carote cuociono, preparo le sue comari che andranno nel forno.
  {Continua...}

(-161; determinazione: appetitosa; umore: gioviale; sorriso del giorno: se magna!)

lunedì 13 giugno 2016

Antologia

Caro Diario,
  non c'è limite alle scoperte.
  Questa primavera scopro i fiori, i fiori che mi piacciono. Non capisco nulla di flora e se qualcuno mi elenca nomi in latino di piante, i miei occhi si appannano e le orecchie ronzano - probabilmente sbadiglio pure. Non che i nomi in italiano mi dicano molto di più: finora distinguo i fiori per grandezza e colore, nulla di più.
  Però il giardino è troppo verde e il cortile troppo grigio, quindi procedo con tentativi: violette, viole mammole, petunie, begonie, gerbere, margheritine nei vasi sui davanzali, dalie, rose a cespuglio, rose rampicanti, ortensie nelle aiuole. Tutte più o meno ancora vive - alcune godono addirittura di ottima salute.

sorrisoa365giorni-antologia-rosae

  E scopro che:
  • mi piacciono le margherite e le gerbere per la loro schietta semplicità
  • mi innamoro delle begonie per la loro eleganza pudica
  • mi innamoro delle dalie per i loro petali spettacolari
  • mi appassionano le rose rosa, talmente delicate da sembrare di porcellana e dai colori cangianti a seconda del clima
  • adoro le ortensie di ogni forma e di ogni colore (e ne vedo davvero di tante forme e di tanti colori diversi)

sorrisoa365giorni-antologia-hydrangeae-begoniae-dahliae

  Al mattino apro le persiane e innaffio le piante sui davanzali, apro la porta sul cortile e accarezzo le rose, esco in giardino e ammiro i nuovi fiori, conto i nuovi boccioli. 
  Che pace, che bellezza, che stupore.

(-163; determinazione: dolce; umore: sereno; sorriso del giorno: fiori!)
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...